Zinkpest – come individuare i primi segni

Proseguiamo questo articolo con una lunga galleria di foto per riconoscere i primi segni della peste dello zinco o Zinc Pest sui modelli Marklin. Come potrete vedere nella galleria i primi segni sono sostanzialmente due:
  • apparizione di fessure anche molto piccole e poco aperte,
  • staccamento di "pezzi" di vernice. Non si tratta di una trasformazione della vernice in polvere come accade in certi casi di ossidazione ma la vernice sembra come sollevarsi dal supporto.
A questo punto possiamo aggiungere per gli occhi più esperti, in particolare quando viene toccato il telaio, un funzionamento meno lineare anche accompagnato da rumori nuovi dovuti ad invisibili deformazioni degli ingranaggi (in acciaio perciò indeformabili) del telaio. In certi casi, i sintomi sono quelli di una locomotiva che manca di olio... più avanti la loco si bloccherà totalmente per via degli assi degli ingranaggi che non sono più allineati. E ovvio che sono sopratutto delle locomotive in questo stato che rischiate di più di trovare sui siti di vendita online o nelle borse scambio perché molti venditori faranno una bella affare che di rivendervi un modello già "condannato" perciò occhio a questi primi segni. Considerate anche sempre che lo Zincopest non tocca necessariamente (e raramente) tutti i pezzi della locomotiva ma spesso una sola parte come l'involucro, il telaio, il blocco motore o altri elementi più piccoli come i cilindri della Marklin T800 perciò non fatevi ingannare perché nella gallery foto di una loco in vendita ci sono 80% delle foto su un involucro perfetto mentre ne restano un paio sul telaio che presenta piccoli segni spesso difficile da individuare. Come ribadirò più avanti esaminate sempre con attenzione le foto, zoomate sempre al massimo per fare uno screening completo e se avete il minimo dubbio chiedete informazioni e foto supplementare al venditore.  Se la risposta non è soddisfacente è meglio stare alla larga. Leggi gli altri articoli sullo Zinkpest. Credits foto: vedere la sezione partners e amici

Nessun commento ancora

Lascia un commento